Google+ Followers

Le mie iscritte

giovedì 16 febbraio 2012

INCI: facciamo il punto della situazione

Se ne parla tanto, soprattutto ultimamente, ma cosa si intende precisamente per INCI?
Si tratta di fatto della lista che per legge, su ogni confezione, deve indicare gli ingredienti del prodotto cosmetico in ordine decrescente di quantità. Vediamo più da vicino quali sono gli ingredienti su cui soffermarci particolarmente:

PARABENI: sono i conservanti presenti nella maggior parte dei prodotti cosmetici, make up e detergenti. Nell'inci sono indicati con il suffisso paraben.
In dosi elevate, sono stati accusati di interferire con i recettori ormonali per gli estrogeni e di facilitare la proliferazione di cellule tumorali. Numerosi studi tuttavia non sembrano confermare e comunque nei cosmetici ne vengono utilizzate minime quantità

SLS E SLES: ovvero SODYUM LAURYL SULPHATE E SODIUM LAURETH SULPHATE.
Sono tensioattivi che facilitano la detersione e si trovano in shampoo e bagnischiuma. In passato si è diffusa la notizia che fossero cancerogeni, ma la stessa è poi stata smentita con decisione, poichè si trattava su studi effettuati su colture cellulari e non su mammiferi. Certo, possono seccare la pelle e i capelli, e per questo sono da preferire formule più delicate con tensioattivi meglio tollerati.

SALI DI ALLUMINIO: si trovano nei deodoranti perchè limitano la traspirazione ed eliminano gli odori. Sono stati accusati di causare tumori al seno ma la smentita è arrivata direttamente dai numerosi studi effettuati in proposito.

SILICONI: hanno nomi che finiscono con one o ticone (dimethicone). Sono polimeri emollienti e setificanti e si trovano in balsami e sieri per capelli, fondotinta e creme. Svolgono appieno la loro funzione, ma di certo sono sostanze occludenti che impediscono alla pelle di respirare. Inoltre inquinano, essendo poco biodegradabili quindi, qualora si possa, meglio evitarli.

OLI MINERALI, PARAFFINA, PETROLATUM: Derivati dal petrolio, anche queste sostanze producono un film impermeabile sulla pelle che diventa più liscia e levigata: al pari dei siliconi comunque, non fanno traspirare il derma, i follicoli si possono irritare e può comparire acne.
Ma quel che preoccupa sono le impurità che restano dopo il processo di raffinazione, che favorirebbero invecchiamento e addirittura tumori della pelle. Eppure sono ancora usati, perfino negli oli per bambini, nei quali andrebbero sicuramente vietati.

Spero che tutto questo possa esservi stato utile, quindi, se ancora non l'avete mai fatto, da ora un poi quando acquistate un prodotto, buttate un occhio sull'inci......bacioni alla prossima!!!

Nessun commento:

Posta un commento